RSS

Archivi categoria: Cultura

Il primo “hands on” per il nuovissimo Kindle Paperwhite di Amazon

Lo abbiamo visto solo poche ore fa nelle mani di Jeff Bezos, che lo ha presentato orgogliosamente a Santa Monica, nell’attesa conferenza stampa organizzata da Amazon. Il nuovo e-reader touch Kindle Paperwhite, anche se debitore delle innovazioni portate dal Nook di Barnes & Noble, sembra essere il sogno di ogni lettore di ebooks. Lo schermo, con una risoluzione più elevata e un touch capacitvo più sensibile rispetto ai vecchi modelli, ha una luminosità regolabile grazie al built-in-light, che senza affaticare la vista consentirà di adattare la lettura alle diverse condizioni ambientali. Il tutto senza compromettere la durata della batteria, che si esaurirà in 8 lunghe settimane. Sperando di vederlo presto nello store italiano di Amazon nelle due versioni 3g e wifi only, vi segnalo il primo hands on dal sito Gizmondo, che ha confermato pienamente le prime impressioni positive, anche nella comparazione con i prodotti della concorrenza e quelli della precedente linea Kindle.

–> Kindle Paperwhite Hands On: What a Beautiful Screen

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 settembre 2012 in Around the Web, High Tech, Libri

 

Tag: , ,

Ed Harris, Amy Madigan e Bill Pullman insieme sul palco per The Jacksonian di Beth Henley

Grande successo di pubblico e di critica per The Jacksonian, la piéce teatrale scritta da Beth Henly, già vincitrice del Premio Pulitzer con I crimini del cuore, e diretta da Robert Falls, in scena alla Geffen Playhouse di Los Angeles. L’ambientazione è quella di un albergo alla periferia di Jackson, Mississipi, città di nascita della Henley, e l’anno è il 1964. Cast stellare, con Ed Harris, Amy Madiga, Bill Pullman, Glenne Headly e Bess Rous, già apparsa in Mad Men, a proposito di anni ’60.

–> The Jacksonian: Theater Review

–> Beth Henley’s ‘The Jacksonian’ takes the cast South

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 febbraio 2012 in Teatro

 

Tag:

The Train in the Night, la commovente storia d’amore per la musica di Nick Coleman

The Train in the Night: A Story of Music and Loss di Nick Coleman è un libro autobiografico, molto intimo, commovente, ma scritto con ironia e leggerezza. Una storia d’amore per la musica, un viaggio nei suoi generi narrato con passione da un esperto come Coleman, con 25 anni trascorsi da giornalista per la rivista NME (che sta per New Musical Express). Ma è anche la storia di una perdita, quella progressiva dell’udito, che sconvolge la vita dell’autore e che col tempo diventa però un’esperienza che in un certo senso lo arricchisce, tanto da fargli affermare, nelle ultime pagine, che la qualità del suo ascolto è migliorata.

–> The Train in the Night by Nick Coleman – review

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 febbraio 2012 in Libri, Musica, Persone

 

Tag: ,

“Con la penna e con la spada”, l’arte e la storia del duello in scena al Giffoni Teatro

Lo spettacolo organizzato dal Gruppo Carme, che mette insieme schermidori e attori, è uno degli appuntamenti più interessanti del Giffoni Teatro, giunto alla XIV edizione. Con la penna e con la spada, in scena domani, vuole essere una rievocazione storica e al tempo stesso una rappresentazione dell’arte del duello, senza tralaciare le ragioni del combattimento e risvolti comici e tragici che lo accompagnavano. Links:

L’arte del duello in scena al Chiostro per Giffoni Teatro via casertanews.it

Gruppo Carme presenta “Con la penna e con la spada” via giffoniteatro.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 agosto 2011 in Storia, Teatro

 

Tag: ,

The Turner Trilogy di James Sallis

John Turner è un uomo misterioso e solitario, che vive in una capanna sul lago, nascosta dai boschi nei pressi di Cripple Creek, anonima cittadina rurale nel cuore del Tennessee.  Ha combattuto in Vietnam nei reparti speciali, è stato poliziotto a Miami, dove ha ucciso il suo collega di pattuglia in una circostanza sfortunata, si è fatto 11 anni di carcere, prendendosi anche una laurea in psicologia. Un passato turbolento e burrascoso che Turner ha voglia di lasciarsi alle spalle e dimenticare, sperando magari che anche il resto del mondo si dimentichi di lui. Un personaggio memorabile, intorno al quale James Sallis, romanziere di talento, saggista e traduttore, costruisce una perfetta cornice noir, con una storia che si dipana nel corso di 3 intensi romanzi, raccolti nel volume What You Have Left – The Turner Trilogy edito da Walker & Company, nei quali la richiesta d’aiuto dello sceriffo del luogo e l’amicizia con una giovane e affascinante vicina costringeranno Turner in qualche modo ad accantonare i suoi progetti da eremita. Con una solida scrittura, a tratti lirica e venata da una sorta di malinconia blues, James Sallis ha costruito una magnifica epopea noir. Non sorprende più di tanto, in un autore che è stato anche biografo di un maestro come Chester Himes, la perfetta padronanza delle atmosfere e dei meccanismi del genere. In Italia la casa editrice Giano ha pubblicato i primi due romanzi della trilogia, Il bosco morto e La strada per Memphis. Speriamo arrivi presto in libreria anche Salt River, dal momento che Luca Conti ha completato la traduzione da quasi due anni. ***Suggerimenti: What You Have Left, disponibile anche sul nuovo amazon.it, le pagine ufficiali de Il bosco morto e La strada per Memphis su gianoeditore.it, e soprattutto il blog lastoftheindependents (in cui Luca Conti ci ha regalato l’inizio del primo capitolo di Salt River).

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 novembre 2010 in Libri

 

Tag: , ,

Parigi e New York: il confronto di Vahram Muratyan

Il graphic designer parigino Vahram Muratyan, perennemente in viaggo per lavoro tra la sua città natale e New York, ha non solo coltivato un amore crescente per le due metropoli, ma anche sviluppato una particolare senibilità alle loro differenze e ai piccoli e grandi contrasti di due diversi stili di vita. Il suo ultimo progetto, Paris vs New York, a tally of two cities (link), è il risultato delle sue osservazioni, che hanno dato vita ad una serie di poster che, giocando sulle differenze cromatiche e arricchiti da immagini-icone dallo stile evocativo, mettono a confronto, di volta in volta, vari aspetti di Parigi e New York, evidenziando con pochi dettagli e molta ironia tutti i cliché, i luoghi comuni e gli stereotipi della Ville Lumière e della Grande Mela. Lo scontro visuale, ma anche amichevole, come scrive l’autore nel suo blog, è diventato un racconto per immagini che giorno dopo giorno si arricchisce di nuovi contenuti, dove tra tante piccole contradizzioni emergono le numerose affinità. Leggi anche: parisvsnyc, designerblog, designtaxi e bloggokin.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 novembre 2010 in Arte, Mondo

 

Tag:

“Controfigura per un rapimento” di Howard Browne

Una donna scompare nel nulla, into thin air, e i sospetti sembrano concentrarsi sul marito, Ames Coryell, dirigente di un’importante agenzia pubblicitaria, che a quel punto deve fare di tutto per ritrovarla e per dimostrare la sua innocenza, anche trasformare l’agenzia in un vero e proprio studio investigativo. Controfigura per un rapimento (tit. or. Thin Air) di Howard Browne, scritto nel 1953 e ripubblicato nei Classici del Giallo Mondadori di questo mese, parte proprio da una situazione tipica del poliziesco deduttivo per trasformarsi rapidamente in un hard boiled, secondo una mescolanza di generi particolarmente congeniale ad un autore che dopo essersi fatto le ossa nelle redazioni delle riviste pulp divenne scrittore e sceneggiatore televisivo di successo. La scelta di Mondadori per il giallo classico di novembre apparre felice non solo per la qualità intrinsesca di un romanzo da riscoprire, ma anche perché Thin Air contiene un’originale e accurata rappresentazione dell’ambiente dei pubblicitari dell’epoca. Basta pensare al successo che oggi riscuote una serie di qualità come Mad Men, costruita proprio su quel mondo in evoluzione, per rendere ancora più interessante la lettura del romanzo di Howard Browne. Suggerimenti di Linkaland: gialloweb, vinpulp e blog.mondadori.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 novembre 2010 in Libri

 

Tag: ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: